Il processo di secolarizzazione, che tutto pretende di sottomettere al paradigma relativista e nichilista, manifesta i sintomi di un’inesorabile implosione.

Ma anche i segnali di resistenza e di reazione a questo caos si fanno sempre più evidenti.AI cattolico, come a chiunque, neri può sfuggire la questione di fondo: la società secolarizzata è un traguardo irreversibile? Si identifica col progresso ed è ‘Ideale per il credente? Ed il declino economico è solo uno degli aspetti del declino intellettuale, morale e civile?

É noto che il modello della societas chrisliana ha sempre costituito il modello di società indicato dal pensiero cattolico classico e dallo stesso Magistero della Chiesa.

La Cristianità emerge, altresi, come nitida alternativa al caos istituzionalizzato della contemporaneità postrnoderna, La questione della natura e del valore della società cristiana appare non solo permanente e mai tramontata, ma anche obiettivamente attuale.
Riflettere sul significato della Cristianità significa considerare il suo sviluppo storico, a partire dal suo autentico “spirito” e le sue caratteristiche ideali. Lo faremo insieme, studiando i suoi fondamenti (filosofici e teologici), le sue condizioni (intellettuali e morali) e le sue espressioni (civili e culturali), ma anche esaminando criticamente le sue alterazioni teoriche e pratiche nella storia. E ponendoci questa domanda: la ricostruzione della società cristiana e il nostro compito per l’avvenire?

Sono questi i temi su cui sarà incentrata l’Università d’Estate 2019, dedicata a La Cristianità tra passato e futuro. Ai corsi, che si svolgeranno dal pomeriggio di giovedì 25 luglio alla mattina di domenica 28 nel monastero di Santa Scolastica a Subiaco, saranno ammessi prevalentemente giovani tra i 18 e i 35 anni..